img_big
News

L’INAUGURAZIONE. Torino, al Regina Margherita cresce la tecnologia in radiologia pediatrica LE FOTO

Minor durata degli esami e meno radiazioni per i bambini. Queste sono le peculiarità delle due moderne apparecchiature radiologiche digitali (DR), inaugurate presso la Radiologia pediatrica dell’ospedale Infantile Regina Margherita di Torino (diretta dalla dottoressa Alda Borrè e dal dottor Giampaolo Di Rosa) ed acquistate grazie al contributo della Compagnia di San Paolo, che ha stanziato circa 650 mila euro a sostegno del progetto. Due nuove apparecchiature di elevato livello tecnologico, entrambe della ditta Siemens, per attrezzare due nuove sale diagnostiche della suddetta Radiologia: un apparecchio totalmente automatizzato per radiologia osteoarticolare ed esami diretti del torace e dell’addome (Ysio Max) ed un apparecchio telecomandato con possibilità di radioscopia e radiografia, anche per esami con mezzo di contrasto (Luminos dRF Max).

Si tratta di strumenti di alto livello prestazionale con detettore digitale a flat panel nei quali l’eccellente qualità d’immagine diagnostica si coniuga con una ergonomia ottimale per i pazienti pediatrici e con la massima facilità e sicurezza d’uso, così da consentire un’ottimizzazione degli esami radiologici nelle molteplici applicazioni della radiologia pediatrica anche per quanto riguarda i tempi d’esame, che risultano abbreviati.

In particolare, grazie a soluzioni tecnologiche innovative, questi strumenti evoluti consentono il contenimento della dose di radiazioni erogata ai livelli più bassi oggi ottenibili, disponendo di programmi di riduzione dell’irradiazione “dedicati” alle varie età ed ai vari pesi dei pazienti, tenuto conto che vengono studiati soggetti di corporatura molto diversa, dai neonati immaturi agli adolescenti. Il tutto in un’ottica di protezione e sicurezza dell’infanzia, che rappresenta il nostro futuro. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo