img_big
News
Residenti e fiorai esasperati per le carovane dei camper

LA PROTESTA. Zingari padroni del cimitero. «Il Comune metta le sbarre»

I parcheggi davanti al cimitero Parco sono diventati cosa loro. Con buona pace di quelle persone che ogni giorno si recano al Camposanto, in visita ai loro cari, o dei commercianti a cui spetta una convivenza davvero impossibile. Sia i fiorai che i gestori dei chioschi hanno già avuto a che fare con le carovane degli zingari che hanno preso possesso di strada del Portone e via Pancalieri. C’è chi chiede l’elemosina e chi disturba le signore che entrano al cimitero. E poi ci sono i bambini che girano liberi e che fanno perdere la pazienza alle attività che voglio lavorare. Il risultato? La fuga dei clienti. «Vengono qui e si piazzano nei posti auto destinati ai fruitori del cimitero – lamenta il signor Mario, uno degli ambulanti -. Non c’è modo per mandarli via, a meno che la Città non decida di collocare delle porte agli ingressi dei parcheggi. Così i camper sarebbero costretti a emigrare».

I problemi sono tanti e durano da mesi. Nonostante la polizia municipale non manchi di controllare l’area. L’ultimo blitz ieri pomeriggio a seguito delle ripetute chiamate di alcuni residenti. «Ma quanto durerà? – si chiede Marco Daniele -. Queste persone hanno distrutto un intero steccato in legno per i loro barbecue. Senza parlare dei dispetti che fanno agli ambulanti e delle aree verdi trasformate in vespasiani » . Per terra spiccano fazzoletti di carta in quantità industriale. E quando qualcuno li rimprovera arriva puntuale la vendetta. Atti vandalici o scherzi di cattivo gusto. Come ha avuto modo di constatare anche il capogruppo della Lega Nord in Sala Rossa, Fabrizio Ricca, autore di un sopralluogo. «Abbiamo bisogno di tutta la volontà dell ‘ amministrazione per sgomberare l’area – dichiara Ricca -. Lunedì prossimo ne discuteremo in consiglio. Spero si prendano provvedimenti di peso, bisogna negare a quelle carovane l’accesso al parcheggio».

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo