img_big
News

IL DEGRADO Torino, vecchi mobili, motorini, carrelli: i cortili di via Ivrea trasformati in discarica

TORINO. In via Ivrea e via Carema è guerra tra i residenti sulla questione immondizia. I rifiuti ingombranti lasciati tra un cassonetto e l’altro hanno trasformato i cortili delle case popolari in autentiche discariche a cielo aperto. Tra i bidoni si può trovare di tutto e di più. Dai divani ai materassi passando per televisori, pneumatici, carcasse di motorini e addirittura carrelli della spesa. Una situazione che nonostante le proteste continua a rimanere irrisolta. Anzi negli ultimi mesi è peggiorata, secondo i residenti per colpa del via vai di alcune roulotte appartenenti a gruppi di nomadi.

La mancanza di igiene e di rispetto nei confronti del prossimo ha così portato alcuni impavidi di Barriera di Milano alla pacifica contestazione. «Viviamo in mezzo ai rifiuti da troppi anni – spiegano arrabbiati alcuni inquilini di via Ivrea -. Vogliamo cercare di cogliere quelle persone che non rispettano le regole con le mani nella marmellata in modo da poterle denunciare. Così, infatti, non si può più andare avanti».

Concetto ribadito anche dall’agenzia di corso Dante. Ma l’ufficio legale Atc non avrebbe ricevuto segnalazioni dai residenti in merito all’abbandono di rifiuti o alla presenza di roulotte o automezzi abbandonati. «A breve programmeremo un sopralluogo con la polizia municipale – replicano da corso Dante -. A quel punto i vigili potranno individuare i proprietari. Per le masserizie è necessario che i residenti richiedano un’operazione di bonifica attraverso i responsabili di zona che amministrano il condomino». Per far smaltire gratuitamente i rifiuti occorre avvertire subito l’Amiat per richiedere il ritiro a domicilio gratuito oppure portare l’ingombrante in uno degli ecocentri torinesi.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo