img
News
Gli agenti denunciano un marocchino per possesso di droga e coltelli

CONTROLLO DEL TERRITORIO Torino, task force della polizia a San Salvario: multato titolare di kebab

Una serrata attività di controllo del territorio ha portato gli agenti del commissariato Barriera Nizza, unitamente a personale del locale Reparto Prevenzione Crimine, della divisione di polizia amministrativa della Questura e della squadra cinofila della Polstato, nelle strade del quartiere San Salvario a Torino. In un primo momento l’attività si è concentrata su un kebab di via Nizza. Qui, gli agenti hanno riscontrato alcune mancanze di natura amministrativa, quali l’assenza dell’apparecchio di rilevazione del tasso alcolemico all’uscita del locale, la mancata  esposizione del cartello riguardante l’orario di apertura al pubblico, e alcune anomalie nei locali adibiti a spogliatoio. Il proprietario, cittadino turco di 24 anni, è stato multato per circa 2.500 euro.
CONTROLLI NEL PARCO DEL VALENTINO E NELLE VIE DEL QUADRILATERO
Il servizio di controllo è poi proseguito all’interno del parco del Valentino e nelle strade del quadrilatero di San Salvario. In via Berthollet è stato fermato e sottoposto a perquisizione un cittadino marocchino di 44 anni; l’uomo è stato trovato in possesso di  33 grammi di hashish, di un coltellino di 7 cm di lunghezza, e di una somma di denaro contante di 960 euro; gli agenti lo hanno denunciato per violazione della legge sugli stupefacenti, porto abusivo d’armi o di oggetti atto ad offendere. L’uomo è stato inoltre associato al Cpt di corso Brunelleschi. Infine, in corso Cairoli è stato controllato un cittadino italiano di 34 anni, che si trovava alla guida della SUA auto. L’uomo è risultato sottoposto alla misura della semilibertà ed usufruiva, per il periodo compreso dall’8 al 21 agosto 2016, di una licenza premio con l’obbligo di rientro entro le 23. Essendo stato “controllato” dagli agenti alle 23 e 10 in pieno centro a Torino, il cittadino è stato inevitabilmente segnalato all’Ufficio di Sorveglianza di Torino in merito alla violazione della licenza.
                                                        

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo