img_big
News
Il custode se ne è andato nel 2011, da allora si aspetta la bonifica

L’ALLARME Torino, la casetta del Parco della Maddalena è piena di amianto

TORINO. Il parco della Maddalena, la grande area verde che ospita la statua del Faro della Vittoria, punto panoramico più alto della città, non ha più un custode. La casetta della guardiania che affaccia sul parcheggio di strada della Maddalena e delimita l’ingresso del parco, giace abbandonata dal 31 maggio 2011, quando il custode ha chiuso definitivamente la porta a chiave, lasciando così incustoditi il parco e l’edificio.

Il motivo dell’abbandono? «La tutela della salute» affermano dal Verde Pubblico del Comune di Torino. Il tetto dell’edificio infatti è costituito interamente da cementoamianto e tra le tegole proliferano muschio e vegetazione. Si rischia così una dispersione di polvere cancerogena nell’aria; un problema non da poco, soprattutto se si considera la posizione dell’immobile, in uno dei luoghi dove i cittadini si aspetterebbero maggiormente di respirare aria pulita. «Lo stabile rientra già nella mappatura degli edifici che possiedono cemento- amianto e le tegole andrebbero rimosse al più presto – non hanno dubbi i tecnici dall’Arpa che puntano il dito contro il Comune -. Spetta al Comune fornirci un elevatore, noi dovremmo prelevare un campione di materiale, l’Asl dovrebbe analizzarlo, e si potrebbe così procedere con la rimozione e sostituzione dell’intero tetto».

I verbi sono tutti al condizionale e al momento non sembra esserci in previsione un intervento a breve termine. Considerando che sono passati più di cinque anni dalla dismissione del fabbricato, viene da chiedersi che cosa si stia aspettando per riqualificare l’ingresso di uno dei polmoni verdi più belli di Torino.

 

 

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo