img_big
Sport
Incrocio da brividi per Mihajlovic: l’allenatore serbo torna a San Siro da ex. A novembre il derby della Mole

Sorteggiato il calendario della nuova serie A. Toro, c’è il Milan alla prima

Sarà contento Mihajlovic“. Questo il commento del presidente del Torino, Urbano Cairo, subito dopo il sorteggio della prima giornata di serie A, che vedra’ i granata impegnati contro il Milan. “Sono contento di lui”, ha inoltre detto il presidente del Torino, giudicando i primi giorni di lavoro del nuovo tecnico granata, “fresco” di divorzio dal club rossonero. 

MIHAILOVIC: “INIZIAMO CON UNA PARTITA DI SPESSORE”

Iniziamo subito la stagione con una partita di spessore contro il Milan. La cosa che mi ha un po’ sorpreso è che giocheremo a San Siro mentre ero convinto di debuttare in casa perché già l’anno scorso il Toro aveva iniziato in trasferta“. Così il tecnico del Torino Sinisa Mihajlovic ha commentato il calendario della prossima serie A. “E’ sempre difficile fare commenti a luglio sul calendario, dobbiamo ragionare di partita in partita. Dopo la quinta giornata abbiamo una serie di sfide impegnative, per cui sara’ importante cominciare bene”.
 

DERBY DELLA MOLE A NOVEMBRE
Per la cronaca, il derby della Mole edizione 2016-2017 è in programma il prossimo 11 novembre alla 16esima giornata, con il Torino che giocherà in casa. La partita di ritorno il 7 maggio 2017 allo Juventus Stadium. 

“IL CAMPO DIRA’ QUANTO VALIAMO”
Il campo dirà quanto valiamo, ma le premesse sono molto, molto buone“. Il presidente del Torino, Urbano Cairo, commenta il grande entusiasmo che anima l’ambiente granata in questi primi giorni di ritiro a Bormio. “L’entusiasmo è tanto, ad una squadra con ottime basi abbiamo aggiunto Ljajic, Iago Falque e il nostro grande mister Mihajlovic – ha esordito Cairo alla trasmissione “Tutti convocati” su Radio 24 -. Lo stimo molto, mi piace la sua schiettezza, il suo essere diretto, senza tanti giri di parole. Sono contento della scelta, facciamo di tutto per supportarlo e per completare la squadra: dobbiamo intervenire a centrocampo per un metodista e poi valuteremo”.

LEGATI A BRUNO PERES

Inevitabile affrontare l’argomento mercato, con il Torino protagonista sia in entrata che in uscita: “Siamo molto legati a Bruno Peres, ha fatto benissimo e ha qualità notevoli: nel caso decidesse di andare via, non lo cederei a prezzi non adeguati. Valdifiori? Come dice Mourinho, non parlo di giocatori di altre squadre. Maksimovic, invece, deve rimanere con noi, lo scorso anno è stato bloccato dagli infortuni: giochiamo con la difesa a ‘quattro’, cosa che lui predilige, e con il suo mentore Mihajlovic, che l’ha lanciato in Nazionale”. Infine il punto di vista di un uomo d’affari come Cairo sulla vicenda Pogba: “Quel che conta è la legge della domanda e dell’offerta: se qualcuno è disposto a spendere cifre molto importanti per Pogba, evidentemente quel giocatore le vale, ragionamento che si può fare con Higuain. Io sono per il mercato sovrano, quando c’è la domanda il prezzo sale”. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo