img_big
News
Gli anziani non vogliono vedere i più piccoli, le madri si appellano all’Atc

E’ guerra mamme contro nonni. «Fate giocare i nostri bambini»

Con l’estate torna in auge la querelle che nei mesi scorsi aveva surriscaldato gli animi dell’area ex Nebiolo di corso Novara, dove vivono attualmente 160 famiglie. Il tema è uno dei più gettonati tra i bisticci di pianerottolo: il “problema” dei bambini che giocano in cortile. Una questione così articolata da trasformarsi in uno scontro generazionale. Da una parte le mamme che hanno scritto all’Atc chiedendo provvedimenti, dall’altra il comitato inquilini e i residenti più anziani che preferirebbero che i bambini andassero a giocare nei giardini pubblici, all’esterno dell’edificio. «Se i nostri figli giocano in cortile – spiega una mamma – li possiamo tenere d’occhio comodamente».

Una battaglia che da mesi vede l’Agenzia di corso Dante nel difficile ruolo di “arbitro”, nel tentativo di risolvere una questione non certo semplice. Ma cosa dice il regolamento Atc? Il regolamento non permetterebbe di giocare sulle aree verdi. Ma è stato scritto prima del regolamento comunale che invece si propone di favorire sempre le attività ricreative dei bambini negli spazi comuni, seppure in orari in cui non si arrechi disturbo. « Attualmente stiamo rivedendo tutto le norme destinate agli inquilini e, da questo punto di vista, certamente ci si atterrà alla linea della Città di Torino, aprendo la possibilità per i bambini di giocare nelle aree verdi, con orari definiti».

Il regolamento è ancora in fase di redazione, poi sarà sottoposto ai sindacati inquilini e ai comitati inquilini prima dell’approvazio ne definitiva. Nel frattempo l’Agenzia sta pensando di recintare un’area verde da destinare al gioco dei bambini, in modo che possano giocare in sicurezza e senza disturbare gli altri abitanti.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo