img_big
Sport
Aspettando Ljajic e Iago Falque, a Bormio sbarca il brasiliano

Il nuovo Toro prende forma. E oggi arriva in ritiro Peres

 Sinisa Mihajlovic ha finalmente ricevuto le tanto desiderate ali e ora può cominciare a lavorare sul nuovo Toro 2016/2017. Un Toro da 4-3-3, modulo già utilizzato nell’amichevole contro l’Olympic Morbegno e dal quale si sono avuti i primi, positivi segnali. Il tecnico lo ha attuato con Aramu a destra e Martinez a sinistra, ma ben presto potrà provarlo con i titolari del prossimo campionato, Iago Falque e Adem Ljajic. L’operazione è finalmente andata in porto, la fumata bianca è arrivata: i due giocatori arrivano dalla Roma, lo spagnolo in prestito con diritto di riscatto fissato intorno ai cinque milioni, il serbo a titolo definitivo per circa otto milioni. Già nei prossimi allenamenti, Mihajlovic potrà sperimentare un tridente che, sulla carta, appare davvero super, quel Iago Falque-Belotti-Ljajic che tenterà, insieme agli altri granata, la scalata verso il ritorno in Europa.

CACCIA AL REGISTA

Ma nella pentola del calciomercato del ds Petrachi bolle anche un’altraoperazione in entrata. Infatti, dopo aver sistemato il reparto offensivo (salvo cessioni), ora bisogna regalare a Mihajlovic un regista. Domenica pomeriggio ha impiegato nel ruolo di metodista prima Vives, poi Bovo: due soluzioni di emergenza, perché il primo non può garantire 38 partite per motivi anagrafici e il secondo sarebbe un difensore centrale. Con Benassi out ( il centrocampista continua a camminare con le stampelle e ieri è rientrato a Torino per accertamenti) e con Gazzi in uscita (in pressing Bari e Palermo), la coperta in mezzo al campo è corta e ha bisogno di rinforzi. In cima alla lista rimane Mirko Valdifiori, in uscita dal Napoli. E le parole del suo agente, Mario Giuffredi, spalancano le porte di un approdo sotto la Mole del suo assistito: «Al momento, tra granata e partenopei, non ci sono trattative in ballo. Posso dire che c’è molto gradimento tra le parti e nei prossimi giorni ne sapremo qualcosa di più». Il Toro e Valdifiori, quindi, si stanno avvicinando, anche se Petrachi batte anche altre piste. Come quella che porta a Clement Grenier, centrocampista classe ’91 di proprietà del Lione. Dalla Francia parlano di un forte interessamento dei granata e di un duello con il Milan: è un profilo che piace dalle parti di via Arcivescovado, specialmente per la capacità del ragazzo di poter agire sia da regista sia da trequartista. Ma, almeno per il momento, Grenier rimane un’alternativa nel caso in cui Sarri dovesse opporsi alla cessione di Valdifiori.

ATTESA PERES

Insieme a Ljajic e Iago Falque, Mihajlovic aspetta nel ritiro di Bormio anche il terzino Bruno Peres. Il brasiliano è atteso in Valtellina nella giornata di oggi dopo il permesso di qualche giorno di vacanza in più in cui è rimasto in patria. Gli interessamenti per il terzino, però, non si sono placati, e continuano ad arrivare ammiccamenti da diverse parti d’Euro pa: in particolar modo dalla Germania, dove Wolfsburg e Bayer Leverkusen hanno puntato il classe ’89. Il suo futuro in granata rimane in bilico, ma per ora nessuna società si è fatta avanti con gli oltre venti milioni di euro richiesti dal presidente Urbano Cairo.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo