Il delitto risale al giugno del 2013. Paolo Ottino, disoccupato, è stato condannato a 32 anni in primo grado

VERRUA SAVOIA Ammazzò muratore per 300 euro, il pg chiede la conferma della pena

Il pg Giancarlo Avenati Bassi ha chiesto la conferma della condanna di Paolo Ottino, un disoccupato (ora in carcere) processato dalla Corte d’assise d’appello di Torino con l’accusa di avere ucciso a colpi di pistola un muratore per prendergli 300 euro. In primo grado la pena inflitta a Ottino era stata calcolata in 32 anni. Il delitto si verificò a Verrua Savoia (Torino) nel giugno del 2013. La vittima, Francesco Daniele, secondo gli inquirenti aveva appena vinto la somma al videopoker e Ottino cercò di impadronirsi del denaro. Il pg ha affermato che l’integrazione della perizia balistica, svolta nel corso del processo d’appello su richiesta della difesa, ha fugato qualsiasi dubbio. La prossima udienza è in programma il 15 luglio. 

 

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single