img_big
News
Gli strumenti saranno operativi in autunno: «Il nostro obiettivo è la sicurezza»

Arrivano un velox e un vistared. «Ma non vogliamo fare cassa»

Beinasco Dal prossimo autunno, chi arriverà da corso Orbassano, dovrà fare attenzione ad entrare su strada Torino, a Fornaci, a velocità sostenuta. Perchè sarà pizzicato dall’autovelox fisso che l’amministrazione comunale ha deciso di installare all’ingresso del comune. L’obiettivo è fare in modo che gli automobilisti entrino in città ad una velocità più consona, visto che oggi, la media con cui le auto arrivano a Beinasco è di 90 chilometri orari. Quasi il doppio del limite presente, 50 chilometri orari.

Il velox arriva dopo due mesi di analisi di flussi di traffico nel punto incriminato e dopo che, in passato, il Comune aveva sistemato telecamere mobili all’interno di autovetture della municipale per pizzicare i furbetti dell’acceleratore. Perchè il problema non si è attenuato, anzi. A confermare tutto è il comandante della polizia municipale, Sergio Florio: «Il tutto sarà operativo dal mese di settembre. Non ci sono altri modi per far rallentare la gente. Dopo i nostri rilievi abbiamo visto che le auto in città entrano troppo velocemente ed è necessario inserire una postazione fissa di controllo della velocità, con le opportune segnaletiche».

Ma il velox non sarà l’unica novità che il Comune ha in mente di installare: «Un altro punto critico – spiega il comandante -, è il semaforo sulla provinciale all’altezza di borgo Melano. Il rosso lì lo rispettano in pochi, ecco perchè verrà posto un vistared che multerà chi passa quando non deve». Palazzo civico ha già stimato che si prevede un’entrata economica di circa 300mila euro: «La questione sicurezza è prioritaria – spiega il sindaco Maurizio Piazza -, dobbiamo intervenire per tutelare i cittadini». Le polemiche però non sono tardate ad arrivare: «Non ci è ancora ben chiaro il punto esatto in cui verrà installato – dice Daniel Cannati, Forza Italia -, se l’obiettivo è quello di migliorare la viabilità e la sicurezza saremo certamente favorevoli. Se invece, come sembra, è uno solo uno stratagemma per far cassa ci opporremo nelle sedi competenti».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo