img
Cronaca

Benzinai in sciopero il 27 e il 28 luglio. Verde vola a 1,63

Il 27 e 28 luglio prossimo gli impianti di rifornimento carburanti sia di rete ordinaria sia di viabilità autostradale rimarranno chiusi. Lo comunica il Coordinamento Nazionale Unitario di Faib Confesercenti e Fegica Cisl per rispondere, affermano, alla ”blindatura” del Governo all’interno del decreto sulla manovra ”di un articolo sulla distribuzione carburanti che nulla ha a che vedere con i conti pubblici o la manovra finanziaria. Fatta salva ovviamente la necessita’ di una approvazione rapida della manovra che serve al Paese in questo difficile momento”.

Intanto nuovi aumenti questa mattina dei prezzi raccomandati sulla rete italiana. Nella media nazionale la benzina e’ ormai alla quota record di 1,63 euro/litro, mentre il diesel ha superato ampiamente quella di 1,5 euro/litro. Lo rileva Quotidiano energia nel consueto monitoraggio, precisando che i picchi massimi si registrano al Sud, dove la verde tocca 1,67 euro/litro mentre il gasolio sfiora 1,53 euro/litro.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo