img_big
Sport

Galliani: «Milan, tranquillo Berlusconi resta in sella »

Il giorno del raduno come una festa. Lo si vede già arrivando a Milanello, a causa delle innumere­voli macchine parcheggiate per chi­lometri e chilometri. Atmosfera di festa, quasi 5.000 persone presenti. E il Lodo Mondadori, la paura che Berlusconi possa vendere il Milan, lo smantellamento della squadra: tutto passa in secondo piano, tutto dimenticato. Per un giorno alme­no.
BARBARA BERLUSCONI C’E’
Il raduno dei Campioni d’Italia si è svolto senza Silvio Berlusconi, ri­masto a Roma per impegni politici. Dunque, i commenti sulla sentenza del lodo Mondadori sono stati par­ziali; ma ci sono stati, erano inevita­bili: «Tutti i tifosi che incontro mi chiedono se la sentenza sul Lodo Mondadori avrà conseguenze sulla squadra – ha spiegato Adriano Gal­liani – ma io assicuro l’impegno della famiglia Berlusconi per il Mi­lan ». Non c’è papà Silvio, ma ci pensa Barbara a perorare la causa rossonera. Seduta in prima fila du­rante la conferenza stampa, ha par­lato solo dopo ai microfoni di Me­diaset: «Voglio rassicurare i tifosi. Non mancherà l’impegno del grup­po Fininvest a favore del Milan per raggiungere tutti gli obiettivi presti­giosi che ci siamo prefissi – ha detto – sono convinta che l’amore di mio padre per il Milan sia più grande.

L’articolo di Luca Talotta su CronacaQui in edicola il 13 luglio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo