img
Cronaca

Borse in caduta libera Milano in calo del 3,96%. Euro ai minimi storici

Indici in picchiata a Piazza Affari: il Ftse Mib, in calo per tutta la giornata, cede ancora terreno e ora fa segnare un calo del 3,96%. Il provvedimento della Consob sulle vendite allo scoperto «non ha avuto effetto» commentano gli operatori e guardano con timore all’allargarsi dello spread del Btp col Bund «sempre più vicino ai livelli della Spagna». Osservato speciale resta anche l’Euro e le sue oscillazioni sotto la soglia di 1,41 dollari. Il mercato continua a temere il contagio della crisi del debito e Milano, già venerdì al centro della speculazione, perde più delle altre piazze europee dopo che il cancelliere tedesco Angela Merkel ha chiesto all’Italia «segnali urgenti» sul fronte del risanamento dei conti. Anche se poi il ministro delle Finanze tedesco Schauble ha precisato che «L’Italia è sulla strada giusta» e quel che conta è approvare al più presto la manovra. Euro ai minimi da due settimane su dollaro e franco svizzero in attesa della riapertura dei mercati obbligazionari, dopo che venerdì lo spread Btp-Bund è salito al nuovo record di 248 punti base, (record poi superato oggi e alle 17 è a 300 punti base)) dando – secondo diversi operatori – un chiaro segnale del rischio di contagio della crisi finanziaria verso l’Italia. A conferma dell’emergenza è appena cominciato a Bruxelles il vertice dell’Eurogruppo. convocato d’urgenza dal presidente del Con­siglio europeo Herman Van Rompuy con Trichet, Rehn, Barroso e Juncker. Ufficial ­mente si tratta solo di un incontro di coordinamento, ma secondo alcune fonti saranno proprio le vicende italiane di venerdì scorso al centro della discussione dei vertici delle istituzioni europee, preoccupate per un allargamento della crisi.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo