Cronaca

Strage in Michigan, 34enne uccide 7 persone e poi si ammazza. Tra le vittime la figlia

Non si conoscono ancora le cause che hanno scatenato la furia omicida di Rodrick Dantzler, un 34enne che dopo aver ucciso 7 persone si è tolto la vita mentre era al telefono con la polizia.
L’orrore è cominciato con il ritrovamento di 4 cadaveri in una casa di Grand Rapids, nella regione dei Grandi Laghi. Poco lontano altri tre morti. In tutto due bambini e cinque adulti. La polizia ha subito individuato l’omicida, Rodrick Shonte Dantzler, che si è dato alla fuga a bordo di una vecchia Lincoln Towne con tre ostaggi.

L’uomo, appena uscito di prigione e che probabilmente soffriva di un disturbo bipolare, si è trincerato in una casa e dopo alcuni minuti ha lasciato andare le tre persone che aveva sequestrato. Poi si è sparato. Ferite anche altre due persone, una donna finita per errore nel fuoco incrociato con la polizia e un’altra coinvolta in un incidente con il fuggitivo.

Tra le vittime anche la figlia dell’omicida
Tra le sette persone uccise c’è anche la figlia del folle. Lo scrive il New York Times citando il capo della polizia di Grand Rapids. Almeno due delle sette vittime, inoltre, fa sapere ancora la polizia, sono ex fidanzate dell’omicida.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo