img_big
News

Arriva il Piano giovani. Stipendi di mille euro pagati dalla Regione Piemonte

Borse lavoro del valore di mille euro al mese per giovani che si sono laureati o diplomati in Piemonte e che vengono occupati in aziende del territorio regionale. √ą una delle misure contenute nel Piano giovani presentato ufficialmente ieri dal presidente della giunta, Roberto Cota, dall’assessore al Lavoro, Claudia Porchietto, e da quello allo Sviluppo econo¬≠mico, Massimo Giordano. La dotazione economica complessiva sar√† di 11 milioni di euro, capaci di creare 30mila posti di lavoro, secondo quanto emer¬≠so nelle scorse settimane.
Nel complesso il Piano si sviluppa in dieci punti, che toccano vari ambiti delle politiche a sostegno dell’occupazione. Dalle agevolazioni fiscali per le imprese che assumono personale fresco di forma¬≠zione scolastica o universitaria al sostegno all’im¬≠prenditoria giovanile. I provvedimenti sono desti¬≠nati ai piemontesi al di sotto dei 35 anni, ¬ęperch√® ¬≠ha spiegato Cota – ci siamo resi conto, grazie anche alla discussione con le organizzazioni sindacali, che ormai la soglia entro la quale si √® considerati giovani si √® alzata¬Ľ. ¬ęQuello proposto dalla Regione √® un nuovo patto generazionale – ha proseguito il gover¬≠natore -: √® utile la difesa dei diritti dei lavoratori occupati, ma dobbiamo ricordarci che ci sono anche coloro che non ne hanno o ne hanno meno¬Ľ. I precari, insomma, e i trentenni entrati nel mercato del lavoro subito dopo le riforme che hanno intro¬≠dotto quella flessibilit√† che, in mancanza di adegua¬≠te correzioni, spesso si √® trasformata in precariet√†. Con la recessione, i giovani lavoratori sono anche quelli che hanno subito le conseguenze peggiori. In Piemonte, i disoccupati tra i 15 e i 24 anni rappesen¬≠tano ormai un lavoratore su tre.

 

I particolari su CronacaQui in edicola l’8 luglio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo