Fanno discutere gli inni trasmessi nella località piemontese

“Faccetta nera” a Limone Piemonte, l’amarezza del sindaco

In una nota l’Osservatorio democratico sulle nuove destre ha denunciato che nella giornata di venerdì 22 febbraio le note delle canzoni “Faccetta nera” e di “Allarmi siam fascisti” sono state irradiate da un impianto di filodiffusione di una pista di pattinaggio su ghiaccio di Limone Piemonte, in provincia di Cuneo. L’Osservatorio ha spiegato di aver raccolto “la segnalazione di una lettrice”. “Da anni – si è letto – monitoriamo fatti simili e rivendichiamo la necessità dell’applicazione delle leggi vigenti in materia di reato apologetico e la conseguente ed immediata messa fuori legge di tutti i gruppi neofascisti e neonazisti. Episodi simili non possono far altro che ribadire quanto queste disposizioni siano importanti, oggi più che mai”. Il sindaco di Limone, Angelo Fruttero, si è detto amareggiato e arrabbiato per quanto successo. “Siamo montanari, viviamo sul turismo e facciamo di tutto per accogliere la gente meglio che possiamo. Però poi succede che un giorno arrivi una persona che compia un gesto irresponsabile e finiamo sui giornali per questo. Sono brutte giornate, ma sono certo che chi conosce i limonesi capirà che Limone non c’entra nulla”.

A diffondere le canzoni sarebbe stato un dipendente della società che gestisce la pista di pattinaggio (non comunale) che avrebbe utilizzato un proprio cd.

 

 

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single