img_big
News

Torino, lascia morire in auto due cani e poi li getta nel Po. Denunciato dog sitter

Ha lasciato in auto due cani che gli erano stati affidati e i due poveri animali dopo 4 ore passate sotto il sole sono morti. Poi si è sbarazzato dei loro corpi gettandoli nel Po. Un dogsitter di 40 anni è stato denunciato. Il fatto è accaduto a Torino lo scorso 4 giugno.  L’uomo doveva badare a un bolognese e un golden retriver ma, una volta arrivato a casa, è sceso dall’auto e li ha lasciati chiusi dentro. Dopo quattro ore tornando all’auto ha trovato il golden retriver morto mentre il bolognese era agonizzante. Invece di soccorrerlo lo ha chiuso nella sua tavernetta con una ciotola di acqua. Quando si è accorto che anche l’altro cane era deceduto ha deciso di liberarsi dei corpi gettandoli nel fiume Po, fingendo poi con le proprietarie di aver smarrito gli animali mentre si trovava nell’area attrezzata del Parco delle Vallere di Moncalieri. Ma la sua versione non ha convinto le padrone che si sono rivolte ai carabinieri. I militari, dopo le indagini, hanno accertato la dinamica dei fatti: “Vi racconto la verità. I cani sono morti per colpa mia e ho buttato le loro carcasse nel Po” ha confessato il dogsitter al maresciallo dei carabinieri.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo