img_big
Cronaca

Fanno sesso in chiesa per proteggere le foreste

Dal nome del gruppo si capisce benissimo quale sia  l’obiettivo e quale il mezzo scelto per raggiungerlo. L’ultima impresa dei “fucking for forest”, però, questa volta è destinata a suscitare più polemiche del solito. Gli attivisti che per far accendere i riflettori sul tema del disboscamento selvaggio fanno sesso nei luoghi pubblici, infatti, si sono presentati completamente nudi in una cattedrale del nord Europa e, mentre il sacerdote e i chierichetti si accingevano a celebrare la funzione, hanno cercato di accoppiarsi sull’altare. Fermati dai fedeli, sono stati arrestati dalla polizia, che ha offerto loro la possibilità di scegliere tra il pagamento di una multa o la reclusione per 16 giorni. “Abbiamo scelto la prima – ha spiegato un portavoce del gruppo – perchè non potremmo restare così tanto tempo senza fare l’amore”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo