img
News

La Regione Piemonte toglie il bollino blu: «E’ una tassa ingiusta e inutile»

 Almeno tredici euro all’anno, che finiscono quasi totalmente nelle ta­sche delle officine auto­rizzate. Con un balzello ulteriore, poco meno di un euro, a rimpinguare le casse di Province e Regio­ne e un adesivo quadrato sul parabrezza della no­stra macchina a ricordare la prossima scadenza. Tutto questo farà parte del passato: il ” bollino blu”, l’obbligo per gli au­tomobilisti piemontesi di misurare la regolarità dei gas di scarico delle pro­prie vetture, sparirà per sempre dal 1 ° gennaio del 2012.
L’idea è del presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo che, d’intesa con la Giunta, ha formulato un ordine del giorno per chiedere l’a b o­lizione della tassa. Il do­cumento è stato presenta­to ieri nella conferenza dei capigruppo, ha otte­nuto già le firme di una cinquantina di consiglieri e l’approvazione biparti­san. All’orizzonte non dovrebbe quindi sorgere alcun problema: se il te­sto verrà inserito nei lavo­ri dell’aula di Palazzo La­scaris, già oggi potrebbe arrivare il via libera defi­nitivo. Da quel momento la giunta di Roberto Cota avrà tre mesi per recepire l’indicazione del Consi­glio con un’apposita deli­bera.

 
I particolari su CronacaQui in edicola il 23 giugno

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo