img_big
Cronaca

Michele Misseri: “Ho ucciso io Sarah, se non liberano Cosima e Sabrina mi ammazzo”

“Da quando sono libero non riesco a dormire. Alle cinque di mattina sono già nei campi, ma alle undici torno a casa: dopo otto mesi di prigione non riesco più a lavorare tanto e poi devo rassicurare mia figlia Valentina, che ha paura che un pazzo mi faccia del male. L’unica cosa che mi distrae sono i dvd che mi dà lei: i film di Celentano e Bruce Lee sono la mia medicina”.

E’ uno stralcio dell’intervista che il settimanale Oggi ha realizzato a Michele Misseri che ripete di essere il responsabile dell’omicidio:  “A uccidere Sarah sono stato io, se non liberano mia moglie Cosima e mia figlia Sabrina, mi ammazzo”.
“I miei compaesani – aggiunge lo zio della piccola Sarah- mi sono vicini, ma i turisti pensano che la villetta sia uno zoo e io un monumento: mi danno più fastidio dei cronisti. Chiedere perdono a mia cognata Concetta? So che non mi vuole vedere – dice – e poi sarebbe inutile: nei suoi panni, non mi perdonerei mai”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo