img_big
Sport

Toro all’assalto di Ebagua e Knezevic

 Il telefono bollente e l’agenda piena di appunta­menti. Il calciomercato gra­nata è già entrato nel vivo e ieri, dopo l’ultimo summit andato in scena tra Petrachi, Cairo e Ventura, per il ds è iniziato un pomeriggio a dir poco convulso e ricco di in­contri. Da Ebagua a Darmian, passando per Knezevic e la ricerca di un portiere (Iezzo, del Napoli?): il dirigente pu­gliese è ormai lanciato verso la ricostruzione del Toro.
PRIMO AMORE
Ecco allora che per Ebagua si tenta l’accelerata col Varese: l’attaccante cresciuto nelle giovanili del Toro vuole tor­nare a casa e il suo contratto scade al termine della prossi­ma stagione. Il trasferimento è quindi fattibile e, anzi, or­mai decisamente probabile: d’altronde la società lombar­da non può correre il rischio di tenere in rosa un giocatore demotivato, per di più cor­rendo il rischio di perderlo a costo zero tra 12 mesi. Petra­chi si fa forza di questo allora, e la sua proposta non supera quindi il milione di euro, a fronte di una richiesta inizia­le che supera i 2.5 milioni. La trattativa però resta aperta e serrata e non sono da esclu­dere colpi di scena improvvi­si, in un senso o nell’altro: si potrebbe infatti arrivare ad una conclusione a breve per l’attaccante, così come alla rottura. Il Toro comunque ha chiaramente individuato in Ebagua un suo obiettivo pri­mario, considerando anche il fatto che si tratterebbe di un giocatore che rientrerebbe nella categoria dei “giocatori bandiera”, indispensabili nelle liste di calciatori delle società di Serie B.

 

L’articolo di Andrea Scappazzoni su CronacaQui in edicola il 15 giugno

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo