img_big
Sport

Toro-Bianchi, è l’ora dell’addio

Bianchi e il Toro: l’amore è finito. L’attaccante e la socie­tà granata sono giunti al pas­so d’addio. Petrachi e il pro­curatore dell’attaccante ber­gamasco ieri mattina si sono sentiti telefonicamente: toni accesi e rivendicazioni non ne sono mancate e così è dif­ficile prevedere un divorzio sereno tra le parti.
LA TELEFONATA
«Rolando non rientra più nei piani per la squadra del pros­simo anno», ha preannuncia­to telefonicamente, ieri, il ds al fratello-manager di Bian­chi. « Vogliamo fare piazza pulita dei reduci della retro­cessione subita il 31 maggio 2009, affinché non condizio­nino anche i nuovi arrivi del prossimo mercato». Sarebbe proseguita poi così la conver­sazione, tra la fermezza del dirigente pugliese e l’incre­dulità di Riccardo Bianchi: «Ne prendiamo atto, ma c’è un contratto in scadenza nel 2013. Noi intendiamo rispet­tarlo, ma se la società ci con­fermerà di non voler più con­tare su Rolando, allora cer­cheremo una destinazione che ci soddisfi», ha risposto l’agente al direttore sportivo del Toro, chiudendo così la conversazione, ma aprendo di fatto il primo caso di mer­cato della nuova stagione.

 

L’articolo di Andrea Scappazzoni su CronacaQui in edicola l’8 giugno

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo