img_big
Cronaca

Alfonso Quaranta nuovo presidente della Corte Costituzionale

Alfonso Quaranta è il nuovo presidente della Corte Costituzionale. Settantacinque anni, napoletano succede a Ugo De Siervo, il cui mandato è scaduto lo scorso 29 aprile. Quaranta è stato eletto con dieci voti a favore e tre schede bianche e resterà in carica fino al 27 gennaio del 2013. Alla Corte è arrivato nel 2004, eletto giudice costituzionale dal Consiglio di Stato.

Già martedì, sotto la presidenza Quaranta, la Corte dovrà prendere un’importante decisione: se ammettere o meno il nuovo quesito referendario sul nucleare così come riformulato dalla Cassazione nei giorni scorsi. E ancora: il prossimo 6 luglio toccherà alla Consulta giudicare sull’ammissibilità del conflitto tra Camera e magistratura di Milano sul “caso Ruby” per il quale Berlusconi è imputato di prostituzione minorile e di concussione; il 5 ottobre sarà invece la volta del conflitto sul caso Mediatrade sollevato da Palazzo Chigi contro i giudici di Milano che stanno processando il premier per frode fiscale. Il 20 settembre, infine, è atteso il verdetto della Corte sulla legittimità di diversi punti della legge sulla fecondazione assistita.

Per quanto riguarda la decisione sul quesito referendario, il nuovo presidente della Consulta ha precisato durante la conferenza stampa di presentazione di non poter “anticipare i contenuti della decisione”. Tuttavia, a chi gli chiedeva se sia nel potere della Corte di cancellare il referendum ha risposto: “Personalmente ritengo di no. Questa materia è all’esame della camera di consiglio, ascolteremo le parti e agiremo con rapidità. Decideremo domani o al massimo dopo domani”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo