img_big
News

Torino, visite mediche a luci rosse: nove le pazienti violentate

 Le faceva spogliare e poi cominciava a palpeg­giare. Una palpazione in­sistente, prolungata, deci­samente fastidiosa per chi si ritrovava costretto a su­birla. Una palpazione del seno, del ventre, delle par­ti intime. Una palpazione ” a luci rosse”, portata avanti con la scusa di aver rinvenuto presunti e preoccupanti ” linfonodi” nascosti chissà dove. No­ve donne sono cadute in trappola, sono finite nella rete del medico presso il quale si erano recate per un classico controllo di routine. Ma quei controlli di routine si sono trasfor­mati all’improvviso in violenze sessuali. Nei guai è finito l’autore di quelle violenze, il 56enne Rober­to Marasso, medico spe­cialista in Pneumologia presso l’ospedale Giovan­ni Bosco di Torino. L’uo­mo è attualmente agli arre­sti domiciliari e il prossi­mo 28 giugno dovrà af­frontare un’udienza preli­minare dopo la richiesta di rinvio a giudizio depo­sitata dal pubblico mini­stero Marco Sanini.

 

L’articolo di Giovanni Falconieri su CronacaQui in edicola il 3 giugno

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo