img
News

Torino, famiglie giovani sempre più povere: pochi risparmi e tante rinunce

Sono sempre di più le famiglie torinesi che hanno difficoltà economiche. Seppur con due stipendi non riescono più a risparmiare nulla. È quanto emerge dall’indagine su 400 famiglie del torinese svolta dall’ Acli Torino. Gli intervistati hanno tra i 30 e i 45 anni: il 65% è un lavoratore dipendente e oltre il 70% ha una casa di proprietà ma il 53% ammette di non riuscire a risparmiare nulla, quasi il 75% di acquistare prodotti a basso costo e di fare economia su vacanze e tempo libero. «La povertà è entrata in casa delle giovani famiglie che sono sempre più dipendenti dal supporto dei genitori» è l’allarme lanciato da Stefano Tassinari responsabile nazionale Acli. Le più colpite sono le donne «spesso costrette a scegliere tra la famiglia e il lavoro» aggiunge Tassinari commentato la difficoltà di conciliazione trativa e i figli emersa dall’indagine. «Chiederemo alla nuova giunta comunale di aprire dei tavoli di confronto su questo tema e sul problema del lavoro» ha detto Roberto Santoro, presidente Acli Torino.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo