img_big
News

Prestiti rimborsati: Lingotto più vicino al 51% di Chrysler

 La Fiat è sempre più vicina ad ottenere la quota di mag­gioranza della Chrysler. Co­me previsto nei giorni scorsi, ieri il Lingotto ha ufficializza­to il rifinanziamento del debi­to di 7,6 miliardi di dollari, oltre agli interessi, contratto con i governi di Usa e Canada al momento dell’acquisizio­ne della prima tranche della casa americana. La Fiat, con sei anni di anticipo rispetto ai termini fissati dagli accordi, sale così al 46% delle quote Chrysler dal precedente 30%, pagando 1,3 miliardi di dolla­ri ed esercitando l’op zi on e che le ha consentito l’ulterio ­re acquisizione a prezzo fisso. Ora il prossimo obiettivo è mettere al sicuro il restante 5% prima della quotazione alla Borsa di New York.
L’accordo con i governi del continente americano è pro­ceduto per gradi. La Fiat è passata dal 20% al 30% di quote grazie all’acquisizione a titolo gratuito di due pac­chetti azionari del 5% che erano vincolati al raggiungi­mento di alcuni obiettivi. Ha ancora la possibilità di otte­nere un ulteriore 5%. Il primo dei due traguardi raggiunti è stato quello annunciato a De­troit il 10 gennaio, che era condizionato alla produzione negli Stati Uniti (a Dundee, in Michigan) del motore Fire della Fiat. La seconda quota è stata acquisita grazie al rag­giungimento di altri obiettivi: Chrysler ha ricavato 1,5 mi­liardi di dollari con le vendite al di fuori di Canada, Stati Uniti e Messico, sono stati raggiunti accordi con il 90% dei concessionari Fiat in Bra­sile e il 90% di quelli ubicati nei confini dell’Unione Euro­pea per la distribuzione di uno o più veicoli Chrysler. È stata infine definita un’intesa che prevede la remunerazio­ne di Chrysler Group per l’utilizzo da parte di Fiat del­le sue tecnologie al di fuori dei Paesi Nafta, cioè oltre i confini di Stati Uniti, Canada e Messico.

 

L’articolo di Alessandro Barbieri su CronacaQui in edicola il 25 maggio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo