img_big
Sport

A Ibra torna il mal di pancia. Raiola: «Non resterà al Milan per sempre»

Zlatan Ibrahimovic può cambiare squadra. A farlo capire è il suo agente, Mino Raiola. «Ibra? Se arriva una pro­posta importante e il Milan lo vuole cedere ci penserà», dice l’agente arriva­to ieri in Lega Calcio con Mario Balo­telli, altro suo assistito. A Ibra è tornato ufficialmente il mal di pancia. Quel malessere che l’attaccante aveva all’In­ter e che finì con il suo trasferimento al Barcellona. La squadra con la quale lo svedese scelse per vincere la Cham­pions League. Un destino beffardo per Ibra che, uscì (con il Barca) in semifina­le per mano dell’Inter di Mourinho vincitrice della coppa nella finale di Madrid del 22 maggio 2010. Una doc­cia fredda per Zlatan. E una storia che si ripete. Perché il disturbo di Ibra ogni stagione assume forme diverse. Al Bar­cellona ad infastidirlo era il rapporto con Guardiola. Un tecnico con il quale non è mai nato il feeling. Da qui l’addio a Barcellona e il ritorno a Milano, spon­da rossonera, con il placet della moglie che dall’Italia non si è mai spostata. Operazione portata a termine negli ul­timi giorni di agosto del 2010. «Il Milan sarà la mia ultima squadra», aveva det­to Ibra in un paio di occasioni. Ma, nonostante la vittoria dello scudetto non è felice perché ancora una volta la squadra in cui gioca è stata eliminata prematuramente dalla Champions (ot­tavi di finale contro il Tottenham). E cosa succede? Ci pensa il suo agente, Mino Raiola.

 

L’articolo di Tiziana Cairati su CronacaQui in edicola il 24 maggio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo