img_big
Sport

Aquilani, sei ore di visite mediche non bastano

La lunghissima prima giornata bianco­nera di Alberto Aquilani. L’ex centrocam­pista del Liverpool era arrivato alla Mal­pensa già domenica e allo scalo milanese aveva pronunciato le prime parole da giocatore della Juventus: «Sono contento, la Juve è una squadra da scudetto, speria­mo di fare bene insieme a Krasic. Sono tornato anche per riconquistare la Nazio­nale. Non ho ancora parlato con Del Neri, ma lo farò pre­sto ». Poi in serata il trasferi­mento a Torino accompagna­to dalla fidanzata, l’attrice Michela Quattrociocche.VISITE MEDICHEIeri, puntualissimo, alle 8,30 del mattino si è presentato presso la clinica Fornaca per svolgere quelle che non sono state le solite, consuete visite mediche. Visti i tanti guai fisici che hanno condizionato le ultime stagioni di Aquilani la Juventus ha voluto sottoporre il nuovo centrocampi­sta a controlli accuratissimi. Ed infatti l’ex Roma e Liverpool si è prodotto in un autentico tour della città tra un centro medico e l’altro. Dopo 3 ore passate pres­so la clinica che si trova a due passi dalla sede, Aquliani, scortato dallo staff medi­co bianconero, si è recato all’Isokinetic, il centro di recupero gestito dal dottor Fa­brizio Tencone. Poi la pausa pranzo, con­sumato in compagnia della fidanzata presso il ristorante dell’hotel Principi di Piemonte. Nel primo pomeriggio tappa d’obbligo al centro di Medi­cina dello Sport dello stadio olimpico, dunque l’ul ti ma tappa, in un centro ortopedi­co delle Molinette. In tutto sei ore di visite mediche.CONTROLLI ACCURATI Controlli accuratissimi che hanno dato esiti più che con­fortanti visto che intorno al­le 17,30 Alberto Aquilani è entrato nella sede di corso Galileo Ferraris per parlare di contratto con la dirigenza. Oggi il centrocampista si sottoporrà ad ulteriori accertamenti. Solo a quel punto l’ormai ex calciatore del Liverpool potrà apporre la sua firma in calce al contratto.Simone Cerrano

 

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Gruppo Gheron
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo