img
Cronaca

Omicidio Melania Rea, nuova autopsia sul cadavere

Un nuovo esame autoptico sul corpo di Melania Rea è in corso all’ospedale di Teramo. I nuovi accertamenti sono mirati a stabilire come e quando sono state inflitte le nove coltellate post mortem e ad analizzare i segni presenti sul corpo, in particolare su una gamba. Tutti elementi che, assieme al laccio emostatico, secondo gli investigatori, sarebbero stati apportati in un secondo momento, con il ritorno dell’omicida sul luogo del delitto.

Parolisi sentito dai carabinieri
E’ stata una giornata di interrogatori quella di ieri nella caserma dei carabinieri di Castello di Cisterna (Napoli). Davanti al pm Umberto Monti è tornato anche Salvatore Parolisi, marito di Melania Rea dopo che martedì era stato sentito per otto ore. A quanto si apprende da fonti investigative, la posizione dell’uomo non è cambiata. Parolisi resta parte offesa nel procedimento per l’omicidio della moglie e non è indagato.

Parolisi è stato chiamato per chiarire alcune sue dichiarazioni. A raccontare il giorno dell’omicidio di Melania ma anche dettagli dei giorni precedenti e di quelli successivi, non è stato solo Parolisi, ma anche i genitori di Melania, il fratello Michele, la sua amica Imma e altri parenti e amici della coppia.

Parolisi rimane “persona informata”
“Il marito di Melania Rea, Salvatore Parolisi, rimane persona informata sui fatti”. Lo ha dichiarato il pm di Ascoli Piceno Carmine Pirozzoli al termine del vertice tra gli inquirenti sull’omicidio della donna, precisando che il caporal maggiore dell’esercito non dovrebbe essere risentito a breve.

Trovato anello di Melania
Intanto si apprende che un anello appartenente a Melania è stato trovato dagli investigatori nel corso di nuovi sopralluoghi effettuati nei boschi. Lo ha annunciato il comandante provinciale dei carabinieri di Ascoli Piceno, colonnello Alessandro Patrizio, precisando che al momento non c’è nessun indagato.

La mamma di Melania: “Non pensavo di trovarla così”
“Non mi aspettavo proprio di trovarla così, me l’aspettavo pigliata, violentata, ma così mai”. Vittoria Rea, la madre di Melania, intervistata da ‘Chi l’ha visto’, ha trovato la forza di ripercorrere gli ultimi contatti con la figlia. La donna è tornata a difendere il genero: non gli ha chiesto niente né sull’omicidio, né sulle sue presunte relazioni extraconiugali, tradimenti, se ci sono stati, sui quali Melania, che “viveva per Salvatore”, aveva sempre “preferito tacere”. Del resto, racconta Vittoria Rea, “Melania era molto aperta, solare, se doveva dire qualcosa lo diceva”.

 

Puoi vincere fino a un milione di euro con CronacaQui. Scopri come. Clicca qui

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo