img_big
Sport

La Juve riparte dai conti in rosso. Adieu Blanc

Comincia all’insegna del rosso la nuova era della Juventus. Durante il cda durato un paio di ore svoltosi ieri nella sede di corso Galileo Ferraris è stato infatti approvato il bilancio al 31 marzo che si è chiuso con un risultato progressivo negativo per 43,4 milioni di euro. Negativo anche l’ultimo trimestre analizzato per un totale di 3,9 milioni di euro. «I risultati al 31 marzo 2011 risentono, come di consueto, della stagionalità tipica del settore di attività, determinata, in particolare, dal calendario degli eventi sportivi e non possono, pertanto, rappresentare la base per proiezioni riferite all’intero esercizio», viene però spiegato in un comunicato emesso dalla società.

Sempre ieri Jean Claude Blanc ha rimesso la delega da amministratore delegato, assegnata ad Aldo Mazzia, e si è dimesso da direttore generale, rimanendo in società solo come consigliere con deleghe per lo stadio. Un primo passo verso l’addio che si verificherà a fine settembre quando i lavori per il nuovo impianto saranno completamente terminati. Nel nuovo appuntamento di giugno l’obiettivo sarà quello di una ricapitalizzazione tra i 100 e i 120 milioni di euro (da aggiungere alle riserve già presenti di circa 60 milioni, ndr), sostenuta dall’azionista di maggioranza Exor, che servirà ad annullare il passivo e sarà utile anche per un nuovo piano di sviluppo e per un mercato il cui obiettivo è quello di ridare alla Juventus quella dignità di squadra di alto livello decisamente persa nelle ultime due stagioni. Quando i consiglieri si ritroveranno al tavolo saranno comunque già definite da Agnelli e Marotta le strategie di mercato e certamente si conoscerà il nome del nuovo allenatore. Il progetto pare molto ambizioso ed inizia a concretizzarsi ciò di cui aveva già parlato un paio di settimane fa John Elkann.

m.a.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo