img
Sport

Leo insultato da Gattuso chiede spiegazioni al Milan

 Il presidente Moratti è “in buona”, come si suol dire. Arriva all’evento Inter Cam­pus organizzato alla periferia di Milano salutando Don Vir­ginio Colmegna, amico di vecchia data, e alcuni tifosi che lo attendono per compli­mentarsi. Sorride, almeno fin quando non si trova a scon­trarsi con la realtà delle do­mande sulla festa scudetto del Milan. Il corollario degli insulti rivolti da Gattuso, as­sieme agli ultrà rossoneri (su tutti il coro “Leonardo uomo di m…”), nei confronti del brasiliano non sono piaciuti né al presidente né al tecnico dell’Inter. «Penso che quello che ha gradito di meno sia stato il tecnico – ha dichiara­to Moratti – C’è rimasto molto male, questo è normale, ma non voglio dare nessun giudi­zio perché la cosa si giudica da sola. Non rappresenta il Milan, che immagino abbia già fatto qualcosa per uscire da questo imbarazzo, rappre­senta solo la persona. Non c’è nessuna polemica, sono cose che capitano per eccesso di esaltazione, d’altro canto era tanto tempo che non gli capi­tava una festa del genere». E ancora, lasciando l’ev ent o. «La mia posizione è di soste­gno pieno a Leonardo, di per se è una cosa talmente stona­ta che fa bene il tecnico ad intervenire perché è rivolta a lui».

 
L’articolo di Mattia Todisco su CronacaQui in edicola l’11 maggio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo