img
News

Cuochi e meccanici: sette ragazzi su 10 trovano un lavoro

«La formazione professionale non è di serie “B” ma può essere un ascensore sociale perché non solo è un gioco di squadra, ma lavora in stretta sinergia con il territorio e quindi con le imprese, e significa anche flessibilità. Insomma è una chiave di successo per le persone che si affacciano nel mondo del lavoro».
È con queste parole di entusiasmo che don Mario Tonini, presidente CnosFap, il Centro nazionale opere salesiane formazione aggiornamento profes­sionale, ha aperto ieri mattina il concorso nazionale dedicato ai settori professionali. Fino al 13 maggio il concorso chiama a raccolta 200 studenti provenienti da 13 regioni italiane, dove sono attivi ben 60 centri di formazione professionale salesiana. I settori pro­fessionali coinvolti sono 9 e ciascuno conta la parte­cipazione di 20 ragazzi. Venerdì mattina verranno premiati da dieci imprese piemontesi di settore i primi tre gruppi che si distingueranno per l’opera più originale, portando a casa una borsa di studio e la possibilità per gli studenti di partecipare ad un tirocinio in azienda e di ottenere un impiego.

 
L’articolo di Liliana Carbone su CronacaQui in edicola il 10 maggio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo