News

Torino, carne ammuffita sul balcone: 6 quintali sequestrati dai Nas

La scritta sul maxi striscione era invitante: “I teneri filetti belli, freschi, genuini, appena tagliati”. Peccato però che le fettine di filetto, i quarti di coscia, le bistecche al sangue di vitello, tutte ordinatamente riposte in conte­nitori di polistirolo e ricoperte con cellopha­ne, fossero vecchie di almeno quattro giorni. E così, a bloccare i clienti del supermercato che stavano facendo la coda, ci hanno pensato i carabinieri del Nas che hanno anche scoperto, nello stesso grande magazzino, all’interno dei frigoriferi d’esposizione, anche 250 chili di salumi ormai pieni di muffa ma collocati in maniera tale da fare ancora la “loro bella figura”. Pesata, la carne ha fatto segnare sulla bilancia la bellezza di 400 chili.
Inevitabile, dunque, la denuncia a carico del rappresentante legale della società per azioni che gestisce la catena di supermercati, per il direttore del punto vendita e per il responsa­bile del reparto “freschi” che ora dovranno rispondere dell’accusa di “tentata frode in commercio”.

 
L’articolo di Marco Bardesono su CronacaQui in edicola il 5 maggio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo