img_big
News

L’esercito italiano compie 150 anni: Napolitano a Torino

È iniziata con l’esibizione delle fanfare militari nelle piazze storiche del centro la festa per i 150 anni dell’Esercito. Le bande musicali di diversi corpi dell’esercito hanno così idealmente salutato l’arrivo del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che dopo la visita del 18 e 19 marzo è tornato oggi a Torino per rendere omaggio all’Esercito.

In piazza San Carlo una folla festante ha accolto la banda musicale dell’esercito mentre in piazza Castello risuonavano le note della fanfara della Taurinense. Scene di giubilo anche in piazza Palazzo di Città dove si sono esibiti i Bersaglieri, in piazza Carignano con i Granatieri di Sardegna e in piazza Carlo Alberto con la fanfara della brigata Pozzuolo del Friuli.

Le cinque bande sono poi confluite in piazza San Carlo per il gran finale, un concerto corale nel quale sono stati riproposti gli inni d’arma e le più celebri marce della tradizione militare e popolare.

I riflettori saranno però puntati sulla giornata di oggi e sulla cerimonia in programma per questa mattina. In piazza Castello sono arrivati il presidente Napolitano e il ministro della Difesa Ignazio La Russa per assistere alla grande parata per celebrare i 150 anni dell’esercito, nato il 4 maggio 1861 nel palazzo oggi sede della Prefettura.

Nel corso della cerimonia il presidente Napolitano conferirà la decorazione di Cavaliere dell’Ordine militare d’Italia alla bandiera del 9° reggimento paracadutisti d’assalto Col Moschin, le Croci alla Memoria ai familiari dei nove soldati deceduti in Afghanistan e la medaglia d’oro al Valor civile alla bandiera dell’esercito per l’impegno nell’Abruzzo terremotato.

Proprio Napolitano, nei giorni scorsi, ha ringraziato con una lettera personale il candidato sindaco del Pdl Michele Coppola per avergli donato il manifesto ufficiale di Italia 150. «Sono molto felice – commenta Coppola – il fatto che il presidente mi abbia scritto di suo pugno mi inorgoglisce molto». Alla cerimonia sarà presente anche il governatore Roberto Cota insieme a 400 rappresentanti delle istituzioni. La fanfara dei Bersaglieri in uniforme storica e otto mezzi impiegati nelle missioni all’estero chiuderanno la cerimonia.

Per consentire le celebrazioni saranno chiuse al traffico, tra le 9 e le 13, via XX settembre, via Pietro Micca, piazza Castello e via Po. Deviate le linee 4, 12, 13, 15, 27, 51, 51b, 55, 56, 57. Sospesi i bus turistici City Sightseeing.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo