Cronaca

Terrorismo in Italia: perquisizioni a Venezia

La Digos della Questura di Venezia, con la collaborazione della Guardia di Finanza, sta eseguendo alcune perquisizioni nei confronti di alcuni cittadini siriani residenti nella zona di San Donà di Piave, tutti indagati per associazione con finalità di terrorismo anche internazionale. Le perquisizioni sono il parziale esito di un’attività di indagine che ha avuto inizio nel 2009, quando furono individuate ingenti transazioni di denaro effettuate da alcuni degli indagati attraverso istituti bancari medio-orientali ritenuti «non collaborativi nel contrasto al terrorismo internazionale». Tra le transizioni economiche anche una risalente all’ottobre 2001 indicata con la dicitura «spese militari».

L’attività di indagine, secondo quanto si è appreso, ha consentito di definire l’entità di tali movimentazioni di danaro, assolutamente sproporzionate rispetto ai redditi dichiarati e prive di certezza circa la reale destinazione e fruizione finale, nonchè di individuare altre fattispecie criminose probabilmente all’origine di tali disponibilità economiche. In particolare, è stato evidenziato un collaudato meccanismo che consentiva agli indagati di eludere la normativa sull’ ingresso di extracomunitari sul territorio nazionale e quindi di lucrare sull’immigrazione clandestina di loro connazionali.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo