img_big
Spettacolo

Miss italia in Piemonte: oltre 300 a caccia del titolo, le brune battono le bionde

Questa settimana Saint-Vincent saprà se è stata scelta come nuova sede della 72a edizione di Miss Italia. Il comune valdostano è al “ballottaggio” con Montecatini Terme: le due cittadine termali sono le uniche località rimaste in lizza a seguito della rinuncia delle altre candidate ad ospitare il concorso di bellezza dopo che la storica sede di Salsomaggiore ha rinunciato per questioni economiche. L’evento andrà in scena come sempre in diretta su Raiuno a settembre, e la macchina da guerra del concorso è già in moto. L’organizzatrice Patrizia Mirigliani conferma intanto che quest’anno cambierà il conduttore: «Non più Milly Carlucci e la sua squadra composta dai severi Guillermo Mariotto e Rita Rusic. Mi piacerebbe Antonella Clerici, donna burrosa che rappresenta i tempi».

E le ragazze iniziano a farsi avanti per le selezioni. «Al momento – spiega Vito Buonfine, esclusivista di Miss Italia per il Piemonte e la Valle d’Aosta – ho già avuto oltre trecento iscrizioni». Lo scorso weekend in molte si sono trovate nell’insolita cornice dell’abbazia medievale di San Nazzaro Sesia, nel novarese, per le prime audizioni del concorso. Intanto è stata resa nota la data della prima selezione piemontese di quest’anno, che si svolgerà a Torre San Giorgio, in provincia di Cuneo, il prossimo 7 maggio alle 21. Il 3 giugno, poi, tradizionale tappa all’Expo di Chivasso. Si proseguirà il 4 giugno in piazza a Quargnento, nell’alessandrino.

Il 24 giugno c’è la data alla discoteca “Il Globo” di Borgovercelli. Infine il 17 luglio tutti al centro commerciale Parco Dora dove si incoronerà anche Miss Torino, fascia che l’anno scorso è andata a Roberta Bonasia, la giovane di Nichelino successivamente protagonista delle cronache legate alle vicende a sfondo sessuale del premier Berlusconi. Novità di quest’anno è l’istituzione della fascia di Miss Sport e l’apertura ufficiale alla taglia 44. «Su 4000 ragazze già iscritte a Miss Italia 260 portano la 44 – racconta Buonfine – i canoni variano leggermente ma il concorso continua a premiare la femmi nilità, il carattere, il talento e l’armonia delle forme, a dispetto di quanto si possa pensare». Dal 2000 ad oggi crescono le aspiranti che praticano sport, dal golf alle arti marziali: «Negli ultimi anni con la vittoria della Chiabotto e della Masciotta c’è stato un aumento del 20 per cento delle promesse Miss – spiega Buonfine -. Le ragazze sono più brillanti, più preparate. In Piemonte prevalgono le more, tendenza che ho visto confermare anche quest’anno dalle prime iscrizioni. Un altro dato che colpisce dalle schede che mi stanno arrivando per l’edizione 2011 è il boom delle ragazze che ballano, dall’hip hop, alla classica, alla latinoamericana». Le aspiranti possono consultare il sito, www.missitalia.it oppure contattare direttamente l’agente regionale Vito Buonfine al numero 011/758873.
a.cag.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo