img
Sport

Elkann: “La Famiglia c’è”: Juve modello Barcellona con i tifosi protagonisti

Nessun passo indietro, la famiglia c’è. Ed è pronta a fare la sua parte per riportare la Juventus al livello delle grandi e cancellare una stagione tutta da di­menticare. John Elkann ha le idee chiare e l’azioni­sta di riferimento della società, la Exor, non si tirerà indietro ed è pronta ad aprire i cordoni della borsa. Ma c’è di più. Il progetto della Juve del futuro prevede anche un maggior coinvolgimento dei tifo­si, che dovranno diventare “parte attiva”, magari con una forma di azionariato popolare. La forma è ancora da studiare, ma la strada da imboccare è quella battuta dal Barcellona, sperando magari di ripetere i risultati sportivi della società blaugrana.
Non è un caso, quindi, se Elkann ha citato la «grande vittoria» ottenuta l’altro giorno dal Barcellona con­tro il Real Madrid nel corso dell’assemblea dei soci della holding della famiglia Agnelli, prima di rassi­curare i tifosi: «Exor farà la sua parte. Vedremo nei prossimi consigli come farlo». Il riferimento è al consiglio di amministrazione della Juventus, in pro­gramma l’11 maggio, quando verrà ufficializzato il passivo di circa 60 milioni di euro e si metterà nero su bianco la strategia per il ripianamento. E c’è chi parla di una cifra analoga che potrà essere utilizzata per il mercato bianconero. «La Juve – ha sottolineato Elkann – ha fatto una campagna importante que­st’anno. Si lavora per avere una squadra con un’età media più bassa e un impianto sportivo più forte, all’altezza del proprio passato e soprattutto delle ambizioni del proprio futuro » . Ricostruire una squadra giovane e competitiva richiede tempo. Noi stiamo lavorando a un piano per il 2014. I successi del passato? Non abbiamo nostalgia, pensiamo al futuro».

 
L’articolo di Filippo De Ferrari su CronacaQui in edicola il 29 aprile

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo