img_big
Rubriche

Da Rio a Cars, l’anno dei cartoon

Al cinema la Pasqua 2011 è stata teatro di una battaglia tra modernità e tradizione: su un fronte ” Rio”, personaggio nuovo di zecca animato digitalmen­te, su quello opposto “Winnie The Pooh”, quasi novantenne protago­nista di un lungometraggio a carto­ni animati. Chi ha vinto è presto detto: il pappagallo brasiliano ha stracciato l’orsetto goloso di miele. A Torino, in particolare, “Rio” è il secondo film più visto mentre “Winnie The Pooh – Nuove avven­ture nel bosco dei 100 acri” non è entrato nemmeno in classifica. La disfatta era prevedibile perché “Rio” rappresenta l’ennesimo suc­cesso annunciato degli ideatori di “L’era glaciale” visto che è extraco­lorato, musicale, in 3D, per un pub­blico di qualsiasi età, mentre Win­nie è adatto ai più piccoli, quasi poetico con i suoi acquarelli e l’at­mosfera delle pellicole Disney di una volta.
Ciò detto, chi fa cinema ha deciso già da un pezzo che la tradizione (che non richiede l’uso di costosi occhialetti) è roba per pochi e così i prossimi mesi si annunciano ricchi di film realizzati al computer. Dopo il coniglio “Hop” (programmato an­cora all’Ugc) e l’ara “Rio”, arriverà il gattone ” Ga rfie ld”: doppiato da Fiorello, il felino ciccione sbarche­rà in 3D nelle sale l’1 giugno. Non sarà solo: a fargli compagnia ci sarà “Milo su Marte”, storia di un ragaz­zino che, per salvare la mamma rapita dagli alieni, si imbarcherà clandestinamente su una navicella spaziale. Dieci giorni dopo toccherà ai fagioli di “Killer Bean Forever” e al terzo capitolo delle avventure di Arthur “La guerra dei due mondi”, diretto dal francese Luc Besson. Sa­rà poi la volta dei pezzi da novanta: il 17 agosto accenderanno i motori le auto di “Cars 2”, sequel dell’av- ventura Pixar con Saetta McQueen, ed il 4 novembre si sentirà il miago­lio de “Il gatto con gli stivali”, spin­off (ovvero “derivato”) della serie “Shrek”, il cui assoluto protagoni­sta sarà il micio dagli occhioni dolci con l’inconfondibile accento spa­gnolo di Antonio Banderas. E per finire, non si sa ancora la data esatta – negli Usa uscirà a giugno – arrive­ranno pure “I pinguini di Mr Pop­per”: ma qui, più che i pinguini digitali, c’è da credere che il vero effetto speciale sarà “il cartone ani­mato in carne ed ossa” Jim Carrey!

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo