img
News

Torino, per Palazzo Civico un bagno pubblico costa 87mila euro

I numeri sono stati pubblicati sul manuale “I mercati di Torino”, iniziativa editoriale del Comune in distribuzione gratuita presso i mercati cittadini. Per realizzare 19 servizi igienici nelle aree mercatali della città, Pa­lazzo Civico ha speso la bellezza di un milione e 650mila euro. Vuol dire, calcola­trice alla mano, che ogni servizio igienico è costato ai torinesi 87mila euro. Un’enormità secondo il vice- coordinatore cittadino dell’Udc Claudio Zitoli, che ha preso spunto da un altro dato citato nel manuale “I mercati di Torino”.
Nel libro di Palazzo Civico, a pagina 13 , si legge che sono stati spesi 400mila euro per la realizzazione di due servizi igienici nel mer­cato di corso Racconigi (all’angolo con corso Vittorio e con corso Peschiera) e per la realiz­zazione dell’arredo urbano dell’area merca­tale. «Sommando questi altri due bagni – ha detto Zitoli – sembra che il Comune abbia speso quasi due milioni e 100mila euro per la realizzazione di 21 servizi igienici». Qual­che domanda sorge spontanea. «Come mai questi due bagni sono costati 200mila euro a testa? – si chiede l’esponente dell’Udc -. E per quale motivo non sono stati elencati gli arredi urbani che hanno fatto salire a dismi­sura il costo? Voglio fare chiarezza e capire se ci sono stati o meno favoritismi da parte del Comune verso ditte amiche».

 
L’articolo di Andrea Magri su CronacaQui in edicola il 28 aprile

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo