img_big
News

Pasqua e Pasquetta in coda: assalto in centro e nei musei. La Reggia di Venaria da record

 Tedeschi, svizzeri, americani, francesi, italiani che dalle regioni del sud sono venuti a far visita alle famiglie. Durante le vacanze pasquali Torino è stata invasa da circa 50mila turisti, che hanno preso d’assalto i musei e la Reg­gia di Venaria. Tanti anche i tori­nesi che ieri pomeriggio hanno affollato le vie del centro – tra loro anche il candidato sindaco del centro-destra Michele Cop­pola insieme alla moglie e al neonato figlio Edoardo – al punto che la polizia municipale è stata costretta a chiudere il traffico in via Roma da via Gramsci fino a piazza Castello.
Approfittando della clemenza del tempo – alla fine non è piovu­to – molti si sono spostati tra i vari musei a piedi, altri hanno scelto il bike sharing – trovare una bicicletta libera ieri pomeriggio era difficilissimo ­mentre chi non ha badato a spese ha scelto di girare sul bus City Sightseeing che ha propo­sto due itinerari differenti. Il primo propo­neva il classico giro del centro storico, men­tre il secondo itinerario, sempre con parten­za da piazza Castello, portava a visitare le tre mostre allestite alle Ogr. Inoltre sempre ieri era in funzione la linea storica 7, alle­stita dall’associazione tram sto­rici di Torino. Le code maggiori si sono registrate davanti al Mu­seo Egizio (tra sabato, Pasqua e Pasquetta nonostante la presen­za dei cantieri sono stati staccati circa 13mila biglietti) e al Museo del Cinema, che negli ultimi tre giorni ha registrato 11mila pre­senze con un incremento dei vi­sitatori pari all’8% rispetto allo stesso periodo dello scorso an­no

L’articolo di Andrea Magri su CronacaQui in edicola il 26 aprile

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo