img_big
Cronaca

Omicidio Ascoli, Carmela Rea uccisa con 35 coltellate. Su sim possibili tracce del killer

Uccisa con 35 violente coltellate: è questo il risultato dell’autopsia sul corpo di Carmela Rea, la donna scomparsa lunedì pomeriggio e trovata uccisa mercoledì a Ripe di Civitella, nel Teramano. Le ferite, soprattutto al tronco e al collo, fanno pensare ad un delitto d’impeto. La donna è morta per dissanguamento.
 
Le indagini si concentrano ora sul cellulare della vittima e soprattutto sulla sim card trovata sul suo corpo che potrebbe fornire elementi utili per ricostruire gli spostamenti della donna. L’esame autoptico ha stabilito che l’ora della morte si può collocare in un arco di tempo che va dalle 24 del 18 aprile e le 3 del 19. Si attendono ora gli esiti degli esami sul liquido presente nella siringa che Carmela Rea aveva conficcata sul corpo: la donna infatti potrebbe essere stata narcotizzata prima di essere uccisa. Sul luogo del ritrovamento del corpo sono state trovate poche tracce di sangue, cosa che fa supporre che l’omicidio sia avvenuto altrove

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo