img
Cronaca

Ventimiglia: difende il figlio aggredito, ucciso da quattro romeni ubriachi

Ucciso a calci e pugni da quattro romeni ubriachi che stavano pestando suo figlio e i suoi amici. E’ morto così, nel tentativo di salvare il suo ragazzo, Walter Allavena (foto), 52 anni, addetto alle vendite di un’azienda di idraulica e sanitari. La tragedia si è consumata a Torri, piccolo paese nei pressi di Ventimiglia. Sabato sera, intorno alle 23.30, un gruppo di stranieri avvinazzati ha incominciato a provocare chi si trovava in un’osteria del luogo. Poi hanno aggredito un gruppo di adolescenti che si erano dati appuntamento lì per trascorrere una serata in compagnia. Walter Allavena ha sentito le urla, si è affacciato alla finestra e, resosi conto che il figlio era in pericolo, è sceso in strada. Ha cercato di difenerlo, e in un primo momento è riuscito a sottrarlo alla violenza brutale della gang. I romeni, però, hanno inseguito i due, e quando li hanno raggiunti si sono accaniti sul padre, lasciato a terra, in un lago di sangue. Per lui non c’è stato niente da fare. Il giorno dopo sono aperte le porte del carcere per i responsabili, quattro stranieri tra i 19 e i 37 anni.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo