img_big
Spettacolo

Heineken Jammin’ Festival: Vasco, Negramaro e Coldplay per un cast grandi nomi

Con Vasco Rossi e Negramaro l'”Heineken Jammin’ Festival” parla sempre più italiano. Per la prima volta dalla nascita del Festival datata 1998 due headliner su tre a esibirsi sul palco del parco San Giuliano di Mestre, dove la tre giorni live prenderà vita dal 9 all’11 giugno, saranno di casa nostra. Ad animare la fascia clou dell’evento, organizzato da Live Nation e promosso da Heineken Italia, oltre Vasco Rossi, «forte delle vendite addirittura inaspettate del suo ultimo “Vivere o niente” – osserva Roberto De Luca di Live Nation – e inarrivabile sotto ogni profilo nel novero della musica italiana», e Negramaro saranno i britannici Coldplay che apriranno la kermesse con la loro unica data italiana del tour. Non uniche, ma senz’altro le prime, sono invece le date di Vasco Rossi che all’Heineken Jammin’ Festival l’11 giugno aprirà il suo tour e dei Negramaro (10 giugno).

A Mestre il gruppo salentino, che aveva dovuto rimandare la partenza del tour per l’operazione alle corde vocali del cantante Giuliano Sangiorgi, terrà l’unico concerto estivo prima di ripartire a ottobre. «Ho incontrato Giuliano qualche giorno fa, sta bene ed è carichissimo», detto De Luca presentando quasi per intero il cast delle tre giornate («Mancano solo quattro artisti») che si trasformano in divertimento extramusicale nell’area sport, nell’area beach e nella customization area dove sono all’opera hair stylist, artisti del body e nail painting e non solo. Giovedì 9 giugno Echo & The Bunnymen, We are Scientists,  Beady Eye e Cesare Cremonini; venerdì 10 Elbow, Verdena, Interpol e Fabri Fibra; sabato 11 Pretty Reckless e All Time Low prima della gran chiusura con Vasco. Non proprio popolari prezzi: 55 e 56 euro per le singole giornate, 100 euro per l’abbonamento a due giorni, 150 per tre con campeggio incluso escluso i diritti di prevendita. «Alto? – si stupisce De Luca -. Semmai è troppo basso in confronto agli altri festival europei».
Mariella Caruso

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo