img_big
Cronaca

Un altro terremoto scuote il Giappone, evacuata la centrale di Fukushima

Una nuova violenta scossa di terremoto di magnitudo 7,4 gradi della scala Richter ha fatto tremare la costa nord-orientale del Giappone, la stessa già devastata dal sisma dell’11 marzo, e le autorità hanno diramato un allerta tsunami rientrato qualche ora più tardi. L’osservatorio giapponese, cessato l’allarme, ha comunque consigliato alla popolazione che si trova lungo le coste interessate dal sisma a ripararsi in un luogo sicuro.

La scossa è stata registrata alle 23.34 ora locale (le 16.34 ora italiana) e l’epicentro è stato localizzato a 40 chilometri di profondità davanti alla costa della provincia di Miyagi, la piu’ colpita dal terremoto devastante di qualche settimana fa. Il sisma è stato avvertito anche a Tokyo, ma non ha causato danni a persone o cose. Nessun danno neppure alla centrale nucleare di Fukushima, che però è stata evacuata per precauzione. I tecnici hanno poi verificato che non ci fossero state conseguenze nelle altre centrali giapponesi, e i test si sono conclusi con esito negativo.

Il governo, intanto, ha diffuso i dati aggiornati relativi alla tragedia dell’11 marzo. Sono quasi 28mila le vittime – tra morti e dispersi – del terremoto e del successivo tsunami. L’ultimo bollettino fornito dalla polizia nipponica alle 14 ora italiana parla infatti di 12.690 morti e 14.736 persone che mancano ancora all’appello. Gli sfollati sono oltre 177mila.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo