img_big
News

Perde la casa all’asta e scompare nel nulla: «Ora la faccio finita»

Si è tagliato i capelli quasi a zero, ha chiamato un amico piangendo e poi è sparito nel nulla. È mistero sulla scomparsa di Gianni “Masin” Ruffinello, 58 anni, notissimo macellaio di Moncalieri che ha fatto perdere le sue tracce mercoledì sera, abbandonando la sua Jeep in lungo Po Abellonio. Masin sapeva che al mattino successivo gli ufficiali giudiziari sarebbero arrivati nella sua casa di Testona per cacciare lui e la sua famiglia in quanto l’abitazione era stata venduta all’asta, ma non ha mai avuto il coraggio di confessarlo a moglie e figlie.

Nell’auto sono state ritrovate due lettere in cui Gianni lascia intendere la sua volontà di “farla finita”, ma finora le ricerche lungo le sponde del fiume non hanno dato esito. Nemmeno questa tragedia ha però fermato l’implacabile macchina della burocrazia: ieri mattina alla porta dell’elegante appartamento di strada Genova hanno bussato gli incaricati del Tribunale. La presa di possesso è stata eseguita e alla moglie Rosanna e alle due figlie di 18 e 30 anni, distrutte dall’angoscia, non è restato altro da fare che mettersi a impacchettare le loro cose e cercare una sistemazione provvisoria.

L’articolo di Massimo Massenzio su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo