img_big
Cronaca

Mediatrade, Berlusconi attacca i giudici: “Spesi 20 milioni per accuse false”

“I giudici di Milano hanno speso 20 milioni per accuse false”. Silvio Berlusconi torna a parlare del processo Mediatrade, e attacca i magistrati. Lo fa il giorno dopo l’udienza preliminare. Applausi, parole di incoraggiamento, striscioni di sostegno ma anche accesi insulti, fischi, e inviti a dimettersi. A fare da sfondo all’arrivo del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ieri mattina a Palazzo di Giustizia di Milano, c’era un vero e proprio show popolare.  Dopo otto anni, infatti, il premier è tornato a calcare i corridoi del Tribunale in qualità di imputato per frode fiscale e appropriazione indebita per il processo Mediatrade 1, l’inchiesta sulle presunte irregolarità nella compravendita dei diritti televisivi di Mediaset. E davanti alle telecamere, il premier non ha risparmiato il consueto attacco alle toghe: «Sono l’uomo più imputato dell’universo e della storia. I giudici di Milano sanno bene di non poter arrivare alla condanna, ma vogliono gettare fango su di me o sulle mie aziende. Mi fanno perdere tempo e soldi».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo