img_big
Sport

Piersilvio avvocato di Ibra: «Troppe tre giornate. Nel derby vorrei vederlo»

 Tutto gira attorno a Zlatan Ibrahimo­vic. La marcia del Milan verso il derby passa anche alla speranza e della possi­bilità (questa remota) di veder cancella­te dalla disciplinare, due delle tre gior­nate di squalifica inflitte allo svedese dal giudice sportivo per il colpo rifilato a palla lontana a Rossi durante Milan­Bari. In attesa di sapere se il ricorso presentato dai rossoneri sarà accolto o meno negli uffici romani di via Po, Alle­gri lavora con la massima concentrazio­ne e aspetta. Attende con ansia che arri­vi domani, giorno in cui la disciplinare, dopo aver discusso con i legali rossone­ri, emetterà la sentenza finale sulla squa­lifica di Ibrahimovic. La pena sarà con­fermata o ridotta? Se ridotta di quante giornate? Una o due. Tutti a Milanello e in via Turati sono in attesa di sapere. E c’è anche chi non perde tempo e tenta di fare pressione. È Piersilvio Berlusconi.
«Sì, tre giornate sono troppe, ma parlo da tifoso», le parole del primogenito maschio del presidente del consiglio. Che va oltre parlando della sua passione calcistica per Balotelli: «Un grande gio­catore e in termini generali sarebbe un buon elemento per il Milan, ma è presto per parlarne».

 
L’articolo di Tiziana Cairati su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

News
Vinci TorinoCronaca 2023
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo