img_big
Cronaca

Incubo nucleare: nube radioattiva stasera sul nord Italia

La nube radioattiva sprigionata dalla centrale di Fukushima potrebbe attraversare fra questa sera e domani il nord Italia. Si tratta di masse d’aria debolmente contaminate da materiale radioattivo. Lo afferma il bollettino quotidiano dell’agenzia francese per la sicurezza nucleare (Asn), che precisa che il livello di radiazioni potrebbe essere addirittura più basso del limite registrato dagli strumenti.

Del fumo nero si sta alzando dal reattore n.3 della centrale di Fukushima, secondo l’ agenzia Kyodo. L’ agenzia aggiunge che i lavoratori impegnati nei tentativi di raffreddare il reattore sono stati allontanati dalla zona.
L’Agenzia per la sicurezza nucleare in Giappone ha chiarito che i livelli radioattivi sono invariati dopo la fuoriuscita di fumo nero dal reattore n.3. Lo riferiscono i media nipponici.

Cresce l’allarme per il livello di iodio radioattivo trovato nell’acqua della capitale, un enorme agglomerato urbano di 35 milioni di abitanti, che eccederebbe i limiti legali fissati per il consumo dei neonanti. A riferirlo un portavoce del governo municipale di Tokyo. L’annuncio viene dopo che valori notevolmente alti di radioattività sono stati riscontrati in 11 vegetali prodotti nei pressi della centrale, che sorge 240 km a nord di Tokyo.

Intanto c’è stato un giro di vite della Food and Drug Administration (Fda) su alcuni prodotti giapponesi delle aree vicino Fukushima per i quali gli Stati Uniti hanno bloccato le importazioni. Nel mirino, in particolar modo, ci sono latte e derivati, frutta e verdura. Il divieto di import riguarda le 4 prefetture nipponiche di Fukushima, Ibaraki, Tochigi e Gunma, adiacenti alla centrale nucleare seriamente danneggiata dal terremoto dell’11 marzo.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo