img_big
Sport

La Juve all’Olimpico solo per i preliminari, alla Continassa la nuova sede bianconera

Nel suo carteggio con la Juventus, il Comune di Torino si è forse perso un passaggio tecnico di squisito gusto pallonaro: la Vecchia Signora giocherà tutte le partite casalinghe del campionato 2011-2012 sul nuovo campo di proprietà costruito sull’ex Delle Alpi. Anche la prima, anche se la stagione dovesse iniziare ad agosto.

La richiesta di continuare a usare l’Olimpico ancora per qualche mese faceva riferimento unicamente all’eventualità di un turno preliminare di Europa League. La precisazione arriva direttamente dall’amministratore delegato bianconero Jean Claude Blanc, che garantendo che non ci sarà alcun ritardo nell’inaugurazione dell’impianto affida a una nota ufficiale la versione della società: «Ogni notizia riguardante possibili ritardi può essere stata causata da un’errata interpretazione di un passaggio burocratico necessario per la licenza Uefa – si legge -, per il cui ottenimento è obbligatorio presentare a febbraio la disponibilità di uno stadio già certificato ed omologato. Ecco perché in quest’ottica abbiamo richiesto al Comune di Torino di poter indicare l’Olimpico nella documentazione ufficiale, salvo poi integrare tale documentazione con i progetti e i dettagli tecnici del nuovo stadio, che sarà omologato in tempo per l’inizio del Campionato 2011/2012, al termine dei lavori».

Intanto ieri mattina la giunta ha dato il via libera alla variante che permette alla Juventus di acquistare la cascina della Continassa, nell’area dove sta per essere ultimato il nuovo stadio. E proprio nella cascina della Continassa la società realizzerà la nuova sede sociale, che sostituirà quella attuale di corso Galileo Ferraris 32. Un’operazione che, come ha sottolineato l’assessore all’Urbanistica Mario Viano, porterà nelle casse del Comune un milione di euro per la cessione dei diritti edificatori. 

p.var-an.mag.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo