img_big
Cronaca

Libia: i ribelli ringraziano la Francia. Continuano gli scontri a Ras Lanuf

Il presidente francese Nicolas Sakozy ha chiesto ieri a Bruxelles il riconoscimento formale delle opposizioni che stanno contrastando in Libia il regime di Gheddafi. “Di fronte ai cambiamenti storici del mondo arabo dobbiamo capire che la democrazia non e’ un diritto solo dei popoli europei. Per questo bisogna ribadire che il colonnello Gheddafi deve lasciare subito il potere e riconoscere le opposizioni al suo regime, per non rischiare di finire in una situazione tipo Somalia”. Ha dichiarato il Premier francese. Intanto oggi il popolo di Bengasi ringrazia nel venerdi’ di preghiera la decisione della Francia: ”Grazie Francia per la liberta’ per la Libia”, ”Merci France”, ”Merci Sarkozy”. Nel frattempo secondo quanto ha affermato un esponente dei ribelli libici alla tv satellitare ‘al-Arabiya’, i soldati fedeli al colonnello Gheddafi sono entrati a Ras Lanuf ma i ribelli hanno resistito in alcune aree della città. Gli scontri continuano, infatti questa mattina le truppe fedeli al colonnello libico (con circa 150 uomini, alcuni arrivati via mare, e tre tank) sono entrate nel centro portuale del Golfo di Sirte, combattendo violentemente contro i ribelli che nei giorni scorsi avevano preso in mano la città.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo